Le artiglierie da 381/50 costituivano l’armamento principale delle navi da battaglia classe “Littorio” (Littorio, Vittorio Veneto, Roma, Impero). Si tratta del pezzo di artiglieria di grosso calibro più potente e di maggiori dimensioni tra quelli realizzati in Italia.

La costruzione dei complessi della Littorio fu eseguita dall’Ansaldo mentre OTO curò la realizzazione dei tre complessi della Vittorio Veneto.

La Roma venne dotata di una torre con tre pezzi di produzione Ansaldo e di due torri con 6 cannoni di produzione Oto. I tre complessi per la corazzata Impero furono costruiti dall’Ansaldo ma non vennero sistemati a bordo in quanto l’unità non fu mai terminata.